Il Bilancio Sociale nelle Scuole

Scritto da ambrix on . Postato in Concorso DS, Pubblica Amministrazione, Scuola Nessun Commento

Nella prospettiva del Bilancio Sociale le scuole devono imparare a coniugare documentazione e valutazione dei processi. La documentazione, nel nuovo scenario della valutazione di sistema (scuole e personale), assume quindi un ruolo strategico. Vediamo quali azioni deve compiere il Dirigente Scolastico per promuovere idonei processi di documentazione nella scuola.

Con la Legge 23/1993 si avvia il processo di privatizzazione del pubblico impiego. Gli interventi normativi che seguono, prima di tutto con Legge 59/1997, vedono l’introduzione dell’ Autonomia nelle Pubbliche Amministrazioni  ed il decentramento dei poteri dallo Stato alle Regioni e agli Enti Locali.  In una visione di insieme, l’iter normativo prospettato, vede il concretizzarsi della necessità di dover rendere conto della effettiva concretezza delle azioni amministrative della Pubblica Amministrazione. Ciò al fine di perseguire il miglioramento della qualità dei servizi offerti al cittadino. In tale ottica si collaca il concetto di Bilancio Sociale nelle Scuole.

In ambito scolastico, il DPR 80/2013, definisce, per l’appunto, una serie di interventi mirati a migliorare la qualità dell’offerta formativa e degli apprendimenti, valutando l’efficienza e l’efficacia del sistema educativo di istruzione e formazione. Il procedimento di valutazione prevede una autovalutazione iniziale che si attua con l’elaborazione del (RAV), una eventuale Valutazione Esterna da parte del Nucleo Esterno di Valutazione (NEV), quindi le azioni di miglioramento anche sulla base di quanto emerso da un feedback con i valutatori esterni, e infine la  Rendicontazione Sociale , con la pubblicazione e la diffusione dei risultati raggiunti, attraverso indicatori e dati comparabili.

Il DS, dovrà attuare una leadership distribuita, coinvolgendo i vari attori della comunità scolastica. Egli potrà partire da una approfondita analisi del contesto in cui la scuola opera, quindi sulla base dei dati raccolti, detterà gli indirizzi al Collegio Docenti, per l’implementazione del Piano dell’Offerta Formativa. Il Collegio indicherà, nelle figure delle Funzioni Strumentali, i colleghi che potranno aiutare il DS su molteplici aspetti riguardanti anche la documentazione fondamentale appena descritta. Importante che il dirigente scelga uno staff con le giuste competenze, a partire ad esempio dall’Animatore Digitale ( Azione #28 del PNSD ), che potrà dare un contributo nell’interpretazione e nella pubblicizzazione dei dati raccolti dall’analisi territorio.

Si configura, pertanto, un evidente “problema di ottimizzazione”, che ha come soluzione l’allineamento dei documenti principali dell’Istituzione Scolastica (RAV, PdM, POF). Allineare, vorrà dire rendere più fluido il processo educativo e di gestione dell’organizzazione complessa, il che faciliterà il raggiungimento degli obiettivi prefissati, tra cui il successo formativo degli alunni e la formazione dei futuri  Cittadini del Mondo .

Ritorno all’Elenco

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.

Per Richieste, Avvisi e Lasciti Ereditari

Disclaimer

I contenuti di questo Blog (testi, immagini, foto, etc.) sono di mia creazione, tranne nei casi dove espressamente indicato.