Cyberbullismo e Scuola

Scritto da ambrix on . Postato in Bullismo, Concorso DS, Inclusione Nessun Commento

Bullismo e Cyberbullismo nelle scuole: le azioni di prevenzione e contrasto che può mettere in atto il dirigente scolastico, con una strategia di attenzione, tutela ed educazione nei confronti dei minori coinvolti, sia nella posizione di vittime sia in quella di responsabili di illeciti.

La scuola di oggi va relazionata al contesto sociale in cui ci si ritrova a vivere. Il quadro che si prospetta è caratterizzato da un grado di complessità elevatissimo, in considerazione del fatto che l’imprevedibilità dei comportamenti dei singoli individui è elemento principale di non-linearità del sistema sociale.

Anche sulla base di quanto scritto, le Istituzioni Scolastiche possono essere viste come  Organizzazioni Complesse , il che ne rende molto delicata la gestione. Tra gli elementi, che caratterizzano il sistema scolastico ritroviamo il fenomeno del Bullismo, che in ottica paradossalmente evolutiva, si estende nel  Cyberbullismo . I due problemi, sono di grande attualità e manifestano il proliferare di atteggiamenti di prepotenza non solo nella scuola, ma anche nel contesto circostante.

La Legge 71/2017 interviene proprio in materia di Cyberbullismo. Il punto focale del fenomeno diventato tecnologico. Mentre col Bullismo, la vittima viene presa di mira principalmente nei locali scolastici, col Cyberbullismo non esistono più confini, né di spazio né di tempo.

Ma cos’è il Cyberbullismo? Tecnicamente, il cyberbullismo è il bullismo che si attua utilizzando dispositivi digitali come smartphone, computer e tablet. I luoghi virtuali più comuni sono i social media, i forum, le chat online, gli sms, i sistemi di messaggistica istantanea e i giochi in cui le persone possono visualizzare, partecipare o condividere contenuti. Il cyberbullismo coincide con l’invio, la pubblicazione o la condivisione di contenuti negativi, dannosi, falsi, relativi a qualcun altro. Può includere la condivisione di informazioni personali o private su un individuo,  causando imbarazzo o umiliazione. Può accadere che i cyberbulli attraversino la linea di confine, sfociando in comportamenti illeciti o criminali.

In tale scenario, le Istituzioni Scolastiche dovranno agire nella totalità delle proprie componenti. Il Dirigente, dovrà attivare tutte le sue capacità di leader educativo, distribuendo compiti e funzioni alle giuste professionalità. Naturale evidenziare che in questi casi, attuare adeguate misure di prevenzione è fondamentale per limitare il propagarsi del fenomeno.

Ritorno all’Elenco

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.

Per Richieste, Avvisi e Lasciti Ereditari

Disclaimer

I contenuti di questo Blog (testi, immagini, foto, etc.) sono di mia creazione, tranne nei casi dove espressamente indicato.